Guida: come registrare la voce con qualità studio in casa

Guida: come registrare la voce con qualità studio in casa

Seguendo con precisione questo tutorial, sarete capaci di ottenere registrazioni vocali di qualità discografica con poche centinaia di euro di attrezzatura.

Queste tracce son state registrate con questo metodo.

Prima sezione: occorrente

Scheda audio e computer

  • Una qualsiasi scheda audio compatibile con driver ASIO e dotata di ingresso XLR/combi.
    Se volete approfondire, potete leggere la nostra guida per scegliere la scheda audio giusta.
  • Qualsiasi computer in grado di far girare efficientemente la scheda audio è pronto a registrare una voce.

Vi sconsigliamo di utilizzare registratori multitraccia, in quanto complicano tantissimo la procedura ripresa.

In caso vogliate registrare solo la voce, Focusrite Scarlett Solo o Steinberg UR12 son ottime scelte.

Microfono

Prima di tutto: non preoccupatevi della marca.
Nella maggior parte dei casi marca migliore vuol dire unicamente migliore resistenza a urti e usura, e non miglior qualità sonora. Entrambe situazioni evitabili con un po’ di cura nell’utilizzo.

Per ottenere risultati professionali potete scegliere tra 3 tipi di microfono, rigorosamente a condensatore.
Li elenchiamo in ordine di qualità sonora.

Scelta migliore: microfono di misurazione ("sonda")

Un ottimo esempio è il Behringer ECM 8000: economicissimo e di qualità sonora elevata. Unico problema: i microfoni di misurazione economici sono un po fragili. Meglio girare con uno spare (microfono di riserva).

Behringer ECM 8000

Scelta intermedia: microfono "overhead"

Molto buono anche questo. Di qualità inferiore al microfono di misurazione, ma comunque adatto.

Behringer C2

Scelta di riserva: microfono a diaframma largo

La scelta peggiore in quanto a qualità, ma comunque ancora adatto a compiti professionali.
Risparmierete di sicuro in quanto di facilissima reperibilità: è impossibile non abbiate un amico a cui poterlo chiedere in prestito.

Behringer B2

Stanza

La più silenziosa che trovate: una sedia mossa dai vicini o un tram che passa potrebbero rovinarvi la registrazione.
Deve avere pochissimo rimbombo (in gergo tecnico, “riverbero”), per evitare di sporcare la registrazione.
Generalmente, le camere da letto (a dispetto dell’aria poco professionale) si prestano bene: letti, divani, poltrone, armadi con vestiti, scaffali con libri… Tutti tipi di arredamento che tendono a ridurre il rimbombo.

Cuffie

Nessuna esigenza particolare. Meglio se cuffie chiuse o auricolari: hanno meno possibilità di far arrivare suoni al microfono.
Se non ne avete già, anche qualcosa di modesto come le Sennheiser HD 201 andrà bene,

Seconda sezione: allestimento postazione

In questa lista troverete gli accorgimenti per un posizionamento ottimale.
Sono volutamente privi di numerazione, in quanto tutti di pari importanza: imparateli a memoria o annotateli in un posto comodo, e sarete pronti a registrare.

  • Assicuratevi che le ventole del computer non entrino nella registrazione. L’ideale sarebbe chiuderlo in un altra stanza: una porta chiusa non lascerà entrare nessun rumore.
  • Posizionate il microfono lontano da pareti e sopratutto angoli: diminuirà le riflessioni.
  • Rivolgete il microfono verso il centro della stanza: diminuirà le riflessioni.
  • Se avete un armadio con dei vestiti, o uno scaffale con dei libri, provate a mettervi davanti: son degli anti riflessione insospettabilmente buoni.
  • Testate sempre prima di effettuare la registrazione definitiva: essendo un ambiente non professionale, potrebbero esserci imprevisti.
  • Non esagerate col volume in cuffia, altrimenti verrà ripreso dal microfono. Tenete conto che ne basta poco, giusto per sentire metronomo e base.

Posizionamento del microfono

Il microfono andrà posizionato in modo da non riprendere l’aria emessa dal cantante durante la performance.

Un metodo molto semplice per trovare questa posizione è far soffiare il cantante, e posizionare il microfono dove vi accorgete non arrivi l’aria.
Mettetelo a circa una ventina di Cm dalla bocca del cantante, e sempre puntato verso di essa.

In quest’immagine vi mostriamo un tipico buon posizionamento del microfono.

Voice recording microphone correct position

Ora siete pronti a registrare

Se volete sapere il perché della creazione di questi tutorial, lo troverete in questo post

Il nostro primo post.

E nel nostro sito potete ascoltare e vedere i risultati delle nostre conoscienze.

Fateci sapere di voi!

Se avete trovato utile questo post, condividete con noi le vostre esperienze sulle nostre pagine social!

Magari assieme a un link di quello che avete creato, e usando il nostro hashtag #lmkmprod per permetterci di trovarvi tutti.

Aspettiamo vostre notizie!

LmK – Ipotermia

LmK – Merchant of Death (Ramin Djawadi cover)

LmK – Lux Aeterna (Clint Mansell Cover)

Spot Cartoon 2

Exo 1

 

Vietnam Rock

Indie Rock

Blues

Blood Dragon Theme Reorchestration

Un po misterioso

Paesaggio esterno

Saw Pulse